Gli elementi che più incidono sul prezzo di una casa prefabbricata in cemento armato

Gli elementi che più incidono sul prezzo di una casa prefabbricata in cemento armato

Le case prefabbricate in cemento armato rappresentano sicuramente una soluzione molto più versatile ed economica, in quanto consentono di risparmiare fino al 15-20% rispetto alle case tradizionali. Costruire una casa prefabbricata permette di mantenere fissi i costi dei materiali di costruzione, poiché la sua edificazione avviene in tempi molto brevi evitando così l’aumento dei prezzi sul mercato. Tuttavia ci sono alcuni costi, fissi o variabili, che possono incidere sul prezzo di una casa prefabbricata in cemento armato. Realizzare una casa prefabbricata in cemento armato ha un costo al metro quadro molto variabile, poiché si passa da 1.000 a 5.000 euro/mq in base ad una serie di fattori.

Se si utilizzano impianti che sfruttano energie alternative come il fotovoltaico o le caldaie a pellet il consumo energetico dell’abitazione si riduce garantendo bollette molto più leggere, ma questo ovviamente si traduce in costi iniziali maggiori. Nella costruzione di una casa prefabbricata, a prescindere dalla tipologia, dall’installazione degli impianti e dalle finiture, bisogna aggiungere l‘IVA al costo iniziale che si aggira sul 4-10% a seconda del fatto che si tratti di prima casa o di seconda casa. Un’altra voce da aggiungere alle spese complessive è il costo legato agli oneri burocratici, che comprendono le pratiche per la richiesta della licenza di costruzione e di accatastamento. In tal caso è necessario richiedere la consulenza di un esperto del settore ed il costo si aggira mediamente sui 3.000-5.000 euro.

Da valutare anche la quota destinata al pagamento degli oneri di urbanizzazione del terreno, cioè le spese di allacciamento al sistema fognario, alla rete elettrica nazionale ed alla rete idrica. Le costruzioni delle fondamenta si aggirano sui 120-150 euro al mq, ma questa cifra potrebbe lievitare in caso di scavi particolarmente difficoltosi. Nel costo iniziale di una casa prefabbricata in cemento armato bisogna aggiungere le spese di messa in sicurezza del cantiere edile, che possono variare in base ai tempi di costruzione.

L’aggiunta di finiture particolari all’interno della casa contribuisce a rendere il design degli interni molto apprezzabile da un punto di vista estetico, ma naturalmente richiede dei costi aggiuntivi. Bisogna però considerare che le spese finalizzate a migliorare il design ed il consumo energetico delle case prefabbricate in cemento armato hanno un ritorno, poiché aumentano notevolmente il valore economico della struttura che può quindi essere rivenduta oppure affittata ad un prezzo maggiore. Bisogna infine considerare i costi del progetto, dell’intervento dell’architetto per l’interazione con gli Enti Comunali e dell’impresa per la costruzione.

Share

Leave comment